Come pulire la frutta e la verdura prima di spremerla?

Crudi, cotti, o spremuti, la frutta e la verdura sono una parte importante della dieta e devono essere consumati quotidianamente.

Senza frutta e verdura, nella dieta di una persona probabilmente mancano molte vitamine e minerali essenziali.

Le persone dovrebbe fare in modo che la frutta e la verdura vengano puliti bene prima di essere consumati per essere sicuri che siano liberi da batteri e da agenti chimici superficiali.

Negli ultimi anni ci sono stati focolai di escherichia coli, un batterio che può essere inoffensivo, ma alcuni ceppi sono invece molto pericolosi e contaminano prodotti come lattuga romana, spinaci e pomodori. Quindi è molto importante pulire in modo accurato tutto ciò che andrete a spremere e molto spesso l’acqua del lavandino non basta.

C’è anche la contaminazione da pesticidi di cui preoccuparsi. A meno che non compriate tutto biologico, è necessario considerare il fatto che la frutta e la verdura possono contenere pesticidi dannosi.

Non solo acqua

Oltre a lavare con l’acqua, si consiglia di utilizzare fonti naturali di acidi. L’uso di una soluzione detergente naturale assicurerà che tutti i batteri vengono rimossi dalle bucce e pelli di frutta e verdura.

Una buona soluzione fatta in casa è questa:

  • Un limone
  • Acqua
  • Aceto bianco

Come si prepara la soluzione per pulire?

Questa soluzione può essere preparata facilmente spremendo il limone, aggiungendo una tazza di acqua e tre cucchiai di aceto bianco: travasate tutto in un flacone spray, agitate per amalgamare. La soluzione può essere spruzzata sulla frutta e la verdura che stanno per essere spremuti, per poi essere risciaquata con dell’acqua.

Questa soluzione per la pulizia è poco costosa e può essere effettuata in pochi minuti. Ci sono anche prodotti già pronti disponibili nei negozi, ma accertatevi che contengano solo prodotti naturali e non sostanze chimiche nocive.

Conclusioni

Potete anche considerare di comprare una spazzola per la pulizia di frutta e verdura se, ad esempio, fate fatica a rimuovere della terra.

Ricordatevi che se la verdura o la frutta non sono coltivati da voi o se non provengono da agricoltura biologica, è sempre meglio togliere la buccia, nella quale però a volte sono contenuti i massimi nutrienti come nella buccia del cetriolo (Vitamina K)

Leave a Reply